Vai al contenuto

Aree di accoglienza

Le AREE DI ACCOGLIENZA sono luoghi dove la popolazione risiederà per brevi, medi e lunghi periodi (da un giorno a uno-due mesi).
A seconda della tipologia d’evento, del numero di persone da alloggiare si dovrà optare per la soluzione più opportuna tra l’utilizzo di strutture turistico-ricettive, di AREE DI ACCOGLIENZA SCOPERTE o di AREE (STRUTTURE) DI ACCOGLIENZA COPERTE.
Le AREE DI ACCOGLIENZA SCOPERTE sono quelle aree da destinare a tendopoli, roulottopoli o a insediamenti abitativi di emergenza (prefabbricati) in grado di assicurare un ricovero di media e lunga durata per coloro che hanno dovuto abbandonare la propria abitazione. Nell’ambito del territorio comunale si prevede l’utilizzo di tali aree solo in caso di eventi sismici che determinino un diffuso danneggiamento del patrimonio edilizio residenziale. In tutti gli altri casi si opterà per l’utilizzo di strutture turistico-ricettive (in caso di numero non eccessivo di persone da alloggiare) o di strutture di accoglienza coperte.Le aree individuate nel Piano comunale di protezione civile sono in grado di ospitare strutture temporanee quali tende, roulotte e relative strutture logistiche necessarie all’assistenza di persone evacuate, ma non necessariamente possono essere impiegate per il montaggio di moduli abitativi, in quanto tale utilizzo assume carattere di stabilità, con cambio della destinazione d’uso delle aree stesse. La sistemazione in tendopoli, pur non essendo la più confortevole delle soluzioni per la collocazione dei senza tetto, viene, comunque, imposta dai tempi stretti dell’emergenza sismica come la migliore e più veloce risposta, la permanenza in queste aree non può superare i 2-3 mesi. La sistemazione in insediamenti abitativi di emergenza (prefabbricati e/o sistemi modulari), in caso dovesse perdurare il periodo di crisi, è la successiva soluzione alloggiativi dopo il passaggio nelle strutture esistenti e tendopoli.

Le AREE (STRUTTURE) DI ACCOGLIENZA COPERTE sono quegli edifici presenti sul territorio che possono essere immediatamente disponibili per assicurare un ricovero coperto di breve e media durata per coloro che hanno dovuto abbandonare la propria abitazione.
Per quanto riguarda le aree che presentano caratteristiche di idoneità ai fini di un loro utilizzo come AREE DI ACCOGLIENZA PER LA POPOLAZIONE sono stati ricercati i seguenti requisiti:

  • buoni collegamenti con la rete viaria principale e accessibilità da parte di mezzi pesanti;
  • adeguata estensione e vicinanza alla residenza abituale della popolazione da servire;
  • superficie pianeggiante e pavimentata oppure dotata di terreno drenato;
  • servizi essenziali esistenti o facilmente allacciabili (acqua potabile, fognatura, energia elettrica, gas, telefono);
  • assenza di situazioni di rischio incombente o quantomeno estremamente ridotte e limitate per tipologia;
  • proprietà pubblica e/o disponibilità immediata.
AREE DI ACCOGLIENZA COPERTE
1 Scuola Materna in via Gorizia
2 Scuola Materna in via Pitagora
3 Scuola Materna in via Dante Alighieri
4 Scuola Materna in via Renato dell'Andro
5 Scuola Materna in via F. Giampaolo
6 Scuola Elementare "A. Moro" in via Pascoli
7 Scuola Media "Manzoni" in via Campanella
8 Scuola Media succursale "Manzoni" in via Giampaolo
9 Liceo Scientifico "E. Majorana" in via Conversano
10 I. T. Commerciale "E. Montale" in via Conversano
11 Pensione "La Sciarretta", traversa Noicattaro, 203
12 Agriturismo Lama San Giorgio, S.P. per Adelfia
Accessibilità