Vai al contenuto

Rischio idrogeologico

Per l'analisi delle problematiche idrauliche connesse ai corsi d'acqua ci si è basati essenzialmente sugli elaborati dell’Autorità di Bacino di Puglia (PAI) e degli studi a corredo del Pptr della Regione Puglia.
L’AdB della Regione Puglia ha deliberato l’approvazione del Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) come stralcio del Piano di Bacino di cui alla legge 183/89.
In tale Piano è stata individuata un’area, limitrofa al canale Cappuccini che attraversa l’abitato, classificata ad alto rischio inondazione che coincide con quella oggetto di allagamento per un evento verificatosi nel 1984.
Dal 1984 ad oggi sono state realizzate numerose opere idrauliche di regimentazione del corso d’acqua che hanno sostanzialmente modificato il regime idraulico dello stesso, rendendo meno elevato il rischio di allagamento.
E’ stato quindi predisposto da parte del Comune di Rutigliano, a firma del prof. ing. Alberto Ferruccio Piccini uno studio di revisione della cartografia del PAI, richiedendo all’AdB la declassificazione del tratto tra via F. Giampaolo e via Cellamare, posto in sicurezza.
Il Comitato Tecnico dell’AdB con verbale n.12/05 del 15/12/2005 ha quindi disposto: “Può essere accolta la proposta di modifica dei perimetri in classe AP e MP, conservando in classe BP quanto precedentemente previsto dal PAI; tuttavia la porzione di area a monte non direttamente afferente al canale artificiale, rimane definita ad AP”.
La nuova perimetrazione, con la localizzazione dei caseggiati soggetti a rischio allagamenti, è riportata nella TAV. 4 del vigente Piano comunale di protezione civile di cui si riporta uno screen shot nella figura seguente.
Va precisato che la zona ad Alta Pericolosità a valle di via Cellamare è attualmente interessata da opere idrauliche che comporteranno una ridefinizione ed un ridimensionamento dei perimetri in classe AP, MP e BP.

Accessibilità